Bianchi e Bird devono tenere Frijns sotto controllo

Il leader del campionato potrebbe ipotecare la corona nella tappa francese: gli basta incrementare il vantaggio di altri 27 punti rispetti agli inseguitori

Eurosport
Bianchi e Bird devono tenere Frijns sotto controllo
.

View photo

Bianchi, Bird, Frijns, Renault World Series 3.5

Il titolo della Formula Renault 3.5 Series potrebbe decidersi sul circuito Paul Ricard, prossima sede della World Series nel calendario Renault. Il leader del campionato Robin Frijns (Fortec Motorsports) ha 24 punti di vantaggio sul resto della compagnia e si aggiudicherà lui la corona se aumenterà il suo vantaggio di altri 27 punti nella tappa francese. Realisticamente, soltanto Jules Bianchi (Tech 1 Racing) e Sam Bird (ISR), i suoi più vicini inseguitori in classifica, sono in grado di fermarlo. Ma per fare ciò, non hanno altra scelta che realizzare un grande punteggio a Var (Francia meridionale).

Robin Frijns ha compiuto un enorme passo avanti verso il titolo nell'ultimo round dell'Hungaroring. Il pilota olandese, il più veloce in entrambe le sessioni di qualificazione, ha vinto la Gara 1, recuperando così il quinto posto di Gara 2 ottenuto dopo una partenza deludente, e aumentando ulteriormente la distanza dal resto della compagnia da sei a 24 punti. Unico pilota con tre vittorie a proprio nome in questa stagione, il vincitore 2010 della Formula BMW Europe si sta inesorabilmente avvicinando sempre più al titolo. In questo caso, l'uomo del Fortec Motorsports sarà il primo vincitore nel gruppo dei Rookie da Robert Kubica nel 2005 e il primo pilota ad aggiundicarsi le corone dell'Eurocup Formula Renault 2.0 e della Formula Renault 3.5 Series una dopo l'altra.

Al momento rispettivamente a 24 e 27 punti ed entrambi estremamente determinati a ottenere la vittoria, Jules Bianchi e Sam Bird faranno di tutto per impedire a Robin Frijns di scrivere la sua parte di storia delle World Series by Renault. Originario della vicina Nizza, Jules Bianchi può contare sul supporto della sua famiglia e dei suoi amici, nonché dei numerosi fan di cui si prevede l'affluenza sul circuito di Paul Ricard. Terzo pilota della formazione Sahara Force India e membro della Ferrari Driver Academy, il francese ha vinto al Nürburgring e poi di nuovo a Silverstone, e ora ha bisogno di questo podio sul suolo di casa per ridurre il gap che lo separa da Robin Frijns.

Sam Bird, pur scivolato dal secondo al terzo posto in classifica nell'Hungaroring, sa perfettamente come muoversi nei grandi appuntamenti come il Paul Ricard, come ha dimostrato vincendo a Monaco e a Silverstone. Il pilota del team Mercedes AMG F1 ha lottato per la rimonta in Ungheria, ma non ha potuto fare altro che limitare il danno. Lasciato con poco margine d'errore, in Francia il pilota britannico deve assolutamente vincere.

Anche il quinto classificato Arthur Pic (Dams) sarà un nome da tenere d'occhio. Il pilota francese di Montélimar si è aggiudicato la sua unica vittoria dell'anno sul circuito di Mosca e un secondo successo sul suolo di casa darebbe una spinta decisiva alla sua posizione nella classifica di campionato. Ma i pretedenti alla vittoria sono numerosi: Marco Sorensen (Lotus), Nick Yelloly (Comtec Racing), Kevin Magnussen (Carlin) e Antonio Felix da Costa (Arden Caterham) completano infatti l'elenco dei primi otto piloti che si sono imposti almeno una volta in questa stagione.

Più in basso in classifica, Nico Müller (International Draco Racing), Kevin Korjus (Lotus) e Alexander Rossi (Arden Caterham) sembrano essere i piloti con le migliori chance di aggiungere il proprio nome al tabellone dei vincitori, un risultato a cui l'americano Rossi, vincitore al Paul Ricard nel 2011, risulta un ovvio aspirante. Battuto nel suo tentativo di regalare ad Arden Caterham la sua prima vittoria di categoria dal compagno di squadra Antonio Felix da Costa nell'Hungaroring, il pilota di riserva del team Catherman F1 è determinato a rimediare alla sua deludente stagione e ha ancora quattro gare per mettere le cose in chiaro.

Nel frattempo, nella classifica di squadra Fortec Motorsports può vantare 10 punti di vantaggio grazie agli sforzi combinati di Robin Frijns e Carlos Huertas. Tech 1 Racing, con il duo Jules Bianchi e Daniel Abt, si trova in seconda posizione davanti al team ceco ISR (Sam Bird e Jake Rosenzweig), tallonati dai compatrioti Lotus, seguiti a loro volta da Arden Caterham e Carlin.

View Comments