Le star dell'Eurocup puntano Spa

Daniil Kvyat della Koiranen Motorsport ha dominato con la sua forza la prima manifestazione della stagione vincendo entrambe le corse al Motorland Aragón. E sul circuito di Spa-Francorchamps, che è particolarmente apprezzato da Kvyat, il pilota sarà in grado ancora una volta di incutere timore

Eurosport

Chi ha esperienze precedenti in una disciplina fortemente competitiva come l'Eurocup Formula Renault 2.0 sa quanto sia importante iniziare la stagione da un punto di forza. Daniil Kvyat, classificatosi terzo assoluto lo scorso anno, non avrebbe potuto desiderare una partenza più ideale per la campagna 2012, avendo registrato una pole position e due vittorie al Motorland Aragón. Il circuito spagnolo, per ammissione dello stesso Kvyat, non è il suo preferito – diversamente da Spa-Francorchamps, che annovera fra i suoi favoriti in assoluto. Infatti è stato proprio a Spa nella stagione scorsa che il pilota del Red Bull Junior Team ha registrato la sua prima vittoria in Eurocup Formula Renault 2.0.

Kvyat avrà bisogno della sua forma migliore per rimanere all'altezza dell'inizio vincente del 2012. La competizione sarà più intensa che mai e i suoi rivali Norman Nato (RC Formula) e Stoffel Vandoorne lo pressano molto da vicino. Nato ha vinto la sua prima gara al volante della Formula Renault 2.0 poche settimane fa sulle strade di Pau, nella Formula Renault 2.0 Alps, e sarà senz'altro ansioso di salire ancora di un gradino nell'Eurocup Formula Renault 2.0. Il francese, nato a Cannes, ha dovuto ritirarsi da entrambe le gare a Spa-Francorchamps in un deludente meeting nel 2011, quindi sarà deciso a godersi un weekend più produttivo quest'anno.

Gli occhi di tutti gli spettatori del circuito belga saranno però puntati su Stoffel Vandoorne. Il pilota dello RACB National Team è ancora alla ricerca della prima vittoria nell'Eurocup Formula Renault 2.0, ma questa volta ha il vantaggio di correre in casa. Vandoorne, come molti altri piloti, ha un debole per il difficile circuito di Spa-Francorchamps, ma ci tiene a sottolineare che la sua conoscenza del tracciato non è superiore a quella di chiunque altro. Nonostante ciò, il belga spera certamente in una grande prestazione davanti al pubblico di casa, e il suo obiettivo principale sarà quello di superare il gap di 23 punti che lo separa dal leader del campionato Daniil Kvyat.

Non saranno solo i tre piloti al top a contendersi la vittoria a Spa. Conquistando una pole position e un arrivo al secondo posto al Motorland Aragón, Oscar Andrés Tunjo (Tech 1 Racing) ha dato prova di costituire una forza con cui fare i conti. Anche il suo compagno di squadra Paul-Loup Chatin arriva a Spa in gran forma dopo la recente vittoria in Formula Renault 2.0 Alps di Pau. Anche Nyck de Vries dell'R-Ace Grand Prix sarà un nome da tenere d'occhio in Belgio. De Vries, che guida per il McLaren Driver Development Programme, ha registrato un inizio di stagione brillante con un podio alla prima gara. Comunque, su un circuito che vede schierati i nomi più grandi del mondo dei motori, sa di avere ancora molto da provare.

Alcuni dei piloti sul campo sperano di iniziare alla grande la stagione a Spa. Alex Riberas (Josef Kaufmann Racing), pretendente dichiarato al titolo, deve ancora registrare un solo punto sul tabellone e dovrà alzare la posta in Belgio.. La storia è simile per Miki Weckström (KTR), che beneficerà senz'altro dei consigli del team manager Kurt Mollekens, vincitore due volte della 24 Ore di Spa. Oliver Rowland (Fortec Motorsports), Timmy Hansen (Interwetten.com) e Javier Tarancon (RC Formula) sono fra gli altri piloti che dovranno correre qualche rischio sulle Ardenne belghe se vogliono guadagnare terreno sul gruppetto di testa.

E poi ci sono anche gli altri che hanno già trionfato a Spa-Francorchamps e sognano di ripetere il loro successo a livello più alto. Questo è per l'appunto il caso di Patrick Kujala (Koiranen Motorsport) e Pierre Gasly (R-Ace GP), vincitori di una gara ciascuno a Spa la scorsa stagione nel French F4 Championship.

View comments (0)