Motori - Lamborghini festeggia i suoi 50 anni

In un momento storicamente di crisi, una delle case automobilistiche italiane più prestigiose raccoglie intorno a sé consenso, business, successo e si presenta al mondo con una manifestazione unica nel suo genere

Eurosport
Motori - Lamborghini festeggia i suoi 50 anni
.

View photo

2013, Lamborghini Alcantara, Eurosport

Partenza dal Castello Sforzesco di Milano dove il parco chiuso, già da alcune ore ospita decine di auto uniche al mondo per lo sguardo rapito di migliaia di persone che non riescono a trattenersi dal provare quel misto di ammirazione-invidia che si genera di fronte a qualcosa che si desidera profondamente. Ma si sa di non potere avere. Chi oggi può permettersi una Lamborghini? Pochi, pochissimi eletti: della nuova meravigliosa Veneno LP750, un bestione da 750 cavalli che costa quasi un milione di euro, sono stati prodotti tre soli esemplari. Già venduti prima ancora che uscissero dalla fabbrica. È un simbolo di questi 50 anni della Lamborghini che rappresentano un momento straordinariamente attivo per la casa del toro, nonostante una crisi internazionale lancinante: "Il momento è difficile ma noi sappiamo di vendere qualcosa di diverso da un semplice prodotto – spiega Stephan Winkelmann presidente e amministratore delegato di Lamborghini – vendiamo un sogno. E forse agli italiani offriamo anche la possibilità di godere di questo sogno e di questa eccellenza che ci piace pensare scateni ammirazione, più che invidia".

LAMBORGHINI, UN TORO SCATENATO – Velocità spinta all'ennesima potenza, eleganza, unicità. Il marchio Lamborghini oggi è diffuso in tutto il mondo, e da tutto il mondo arrivano le 350 auto che parteciperanno al Grande Giro che parte da Milano e che in quattro tappe raggiungerà il quartiere generale della fabbrica di Sant'Agata Bolognese, con i suoi mille dipendenti. La rappresentanza più fitta è quella che arriva dal Regno Unito con 71 vetture, seguita da Germania e Svizzera, con 30 auto. Poi ci sono le Lamborghini italiane, 17. Alcuni bolidi sono arrivati via aereo, dagli USA, dalla Corea, persino dalla Nuova Zelanda. Altri stanno arrivando dal Portogallo e della Norvegia via strada. Una lucidata e saranno pronte per la passerella. Il conducente più giovane è un kuwaitiano di 22 anni, il più anziano è un elegante signore francese, un collezionista, di 75 anni. Molte di queste 350 auto sono nuove di pacca, alcune datate, altre d'epoca (quattro su dieci per la precisione).

MA CHI POSSIEDE UNA LAMBORGHINI? – Calciatori, attori, cantanti, industriali, ricchi di tradizione, che hanno ereditato una fortuna dai genitori, e nuovi ricchi che hanno fatto una fortuna in poco tempo e si sono tolti quel sogno, come lo si definiva poche righe fa, che tutti vorrebbero poter vivere almeno una volta nella vita. Dalla Miura all'Espada, dalla Countach alla Murcielago fino alla Veneno: c'è chi ne ha fatto una ragione di vita… "Ho capito quanto sia bella la vita solo quando ho guidato la mia prima Lamborghini – dice Jason Kay, il cantante e fondatore dei Jamiroquai famoso per le sue passioni automobilistiche e perché di Lamborghini ne possiede diverse – dipendesse da me tutti i miei video sarebbero con me che guido la Diablo ma mi dicono che devo diversificare e quindi mi sono accontentato di girarne solo un paio".

Il Grande Giro del 50enario partirà da Milano con tre tappe: Forte dei Marmi, Roma e Sant'Agata, passando per la base del 4° Stormo dell'Aeronautica Militare di Grosseto dove sono di stanza gli Eurofighters… Poi l'arrivo a Sant'Agata l'11 maggio per la cena celebrativa che festeggerà mezzo secolo di eccellenza.

View Comments