Serie A - Il Milan ora ci crede: Europa League alla portata

I rossoneri hanno vinto la terza gara di fila e ora il quinto posto dista solamente 5 punti. Studiamo il calendario e scopriamo perché è un obiettivo possibile

Eurosport
Serie A - Il Milan ora ci crede: Europa League alla portata
.

View photo

Catania e Livorno in casa, Roma fuori, il derby e poi finale con Atalanta e Sassuolo. Il Milan di Clarence Seedorf nelle ultime sei giornate di campionato incontrerà le ultime tre della classifica, avrà la difficile trasferta con la Roma di Rudi Garcia e poi due scontri diretti con Atalanta e Inter per giocarsi le speranze di Europa League. Un cammino non impossibile per centrare quello che solo tre settimane fa sembrava impossibile: un piazzamento europeo. La squadra di Seedorf, infatti, dopo l’eliminazione dalla Champions e le sconfitte con Juventus, Udinese e Parma si è ripreso e ha cominciato a ritrovare ritmo. Dopo i buoni segnali con la Lazio (pareggio a Roma) sono arrivate tre vittorie: Fiorentina e Genoa in trasferta e Chievo in casa: è la prima volta in stagione che la squadra rossonera riesce a vincere tre gare consecutive. Ecco perché il finale di stagione potrebbe essere più “dolce” del previsto e il Milan riuscirebbe a “salvare” una stagione spesso definita da tifosi e media “disastrosa”.

LA CORSA SU INTER E PARMA – In questo momento la quinta e la sesta posizione, quelle che valgono la qualificazione ai preliminari di Europa League, sono occupate da Parma e Inter. Il Milan ha 5 punti di distacco: 45 per i rossoneri, 50 per ducali e nerazzurri. La squadra di Mazzarri non ha un calendario semplice: Samp fuori, scontro diretto col Parma, sempre in trasferta, poi Napoli, derby, Lazio e Chievo. I ducali, oltre allo scontro con i nerazzurri, hanno Bologna, Cagliari, Samp, Torino e Livorno. Calendario più agevole, certo, e bisognerà vedere quanta motivazione avranno Cassano e compagni di centrare l’obiettivo europeo.

View gallery

.

LAZIO, ATALANTA, VERONA, TORINO – Le altre quattro in corsa sono Lazio (48 punti), Atalanta (46), Verona (46), Torino (45). I biancocelesti avranno tre scontri diretti in sei giornate: contro Torino, Verona e Inter. Poi Napoli, Livorno e Bologna. Anche Verona e Atalanta si scontreranno tra di loro. Però se per la Lazio l’obiettivo Europa è reale e dichiarato da inizio stagione, per le altre tre sarebbe più una sorpresa o un “regalo” non premeditato che una vera conquista. Stimolo ulteriore per il Milan, che ora inizia a crederci. “Se centriamo l’Europa magari i big restano” aveva ipotizzato Barbara Berlusconi nelle scorse settimane. I rossoneri sono ancora in corsa e dopo tante delusioni iniziano a dare impressione di essere diventati almeno una squadra. Qualche merito ce l’ha anche Clarence Seedorf che, arrivando nelle prime sei, si garantirebbe maggior fiducia per lavorare serenamente durante l’estate e per ricostruire il Milan del futuro.

Ecco la volata per l'Europa League (in maiuscolo le gare in trasferta).

Così la classifica: INTER 50, PARMA 50, LAZIO 48, ATALANTA 46, VERONA 46, TORINO 45, MILAN 45.

View gallery

.

***

Tutte le news di sport sono disponibili 24 ore al giorno anche via Facebook e Twitter sulle pagine ufficiali di Eurosport

View Comments (34)
Write for Yahoo Sport