Super Gastaldello, ora la Sampdoria sogna

Match spettacolare al Marassi. La Samp si porta a casa la finale d'andata. Ora può contare su due risultati su tre. In vantaggio per tre volte con una doppietta di Gastaldello e un gol di Pozzi, i padroni di casa sono stati raggiunti solo due volte, con un eurogol di Rivas e una rete di De Luca

Eurosport

La Samp si aggiudica il primo atto della finale playoff. I primi novanta minuti della sfida tra Samp e Varese sono stati uno spot per la serie cadetta. Intensità, giocate d'alta scuola e grande carica agonistica. Il Varese ha mostrato un gran bel gioco corale, ma ha pagato a caro prezzo la dipartita di Terlizzi. I palloni alti sono sempre stati appannaggio dei lunghi della Sampdoria. I padroni di casa, troppo mono-tematici nel primo tempo (palla profonda per Eder) si sono scatenati nella ripresa, dando libero sfogo al loro potenziale offensivo. Ora la Samp potrà contare su due risultati su tre in chiave ritorno a Varese.

BOTTA E RISPOSTA - Brutta tegola in avvio per gli ospiti. Maran deve rinunciare infatti al suo regista difensivo Christian Terlizzi, vittima di un infortunio nella rifinitura pre-partita. Iachini può contare sulla presenza di Romero tra i pali. Portiere-viaggiatore, dato che dopo la partita raggiungerà il ritiro della nazionale argentina. L'avvio di match è emblematico del trend di un primo tempo giocato a ritmi vertiginosi, con frenetici ribaltamenti di fronte. Parte meglio la Samp: grande pressione offensiva, poco ordinata ma generosa. Eder si rende pericoloso su punizione, Renan sfiora la traversa con un sinistro terrificante dalla distanza. Il centrocampista ex Cluji sarà il migliore in campo dei suoi: sempre velenosi i suoi calci d'angolo. Proprio da un corner nasce il vantaggio dei padroni di casa. Traiettoria potente e chirurgica di Renan, zuccata implacabile di capitan Gastaldello. Il Varese - fin qui comunque ben messo in campo - reagisce di prepotenza. Il pareggio non tarda ad arrivare. Neto Pereira inventa un filtrante da capogiro per l'accorrente Rivas. L'ex funambolo del Bari punta Gastaldello, lo disorienta con una serie di finte e trafigge Romero con un interno destro sul palo lontano. Gol sontuoso. La Samp subisce il contraccolpo. Da qui in avanti s'intestardirà con la soluzione in profondità per Eder. Il compagno di reparto Pozzi resta praticamente fuori dal match e, nervoso, rifila una gomitata a Troest, rischiando la prova tv. Il Varese sciorina un gioco corale, frutto del gran lavoro di Rolando Maran.

GASTALDELLO SHOW - La seconda frazione di gioco - se possibile - supera la prima per intensità e spettacolo. La Samp mette di nuovo la testa davanti grazie a un gol lampo da rapace d'area di Nicola Pozzi, alla prima palla buona dell'incontro. Grande azione personale di Obiang conclusa con un lancio da centrocampo a imbeccare il numero nove della Samp. Decisivo uno svarione colossale di Troest. Il Varese non ci sta. Cacciatore - ex della serata - fugge sulla destra e centra per De Luca. Il gioiello biancorosso a porta sguarnita non può proprio sbagliare. Piazzamento da rivedere - per usare un eufemismo - da parte della retroguardia blucerchiata. La girandola dei cambi spezzetta il gioco ma le emozioni non finiscono qui. Minuto ottantuno. Renan dalla destra scaglia l'ennesimo pallone tagliato da corner. Sulla palla irrompe Gastaldello che indirizza un violentissimo colpo di testa sotto l'incrocio dei pali. Il Marassi esplode, Iachini è tarantolato. Titola di coda. Festa blucerchiata.

View Comments (0)
Fantasy Premier League